verso un approfondimento del Vortice Polare?

situazione prevista per giovedi 26 novembre su base gfs
situazione prevista per giovedi 26 novembre su base gfs

Negli ultimi giorni abbiamo assistito ad un repentino calo termico e in un ritorno di precipitazioni anche a carattere nevoso che grazie alle basse temperature si sono portate fino a quote collinari se non addirittura in alcuni casi fino in pianura. Nei prossimi giorni l’italia rimarrà in balia di correnti più fredde da Nord con una nuova acutizzazione del maltempo specie al Centro-sud tra il 25-27 novembre, successivamente ci si chiede anche in vista dell’arrivo di dicembre come possa procedere l’evoluzione del tempo.

Nei giorni precedenti c’è stato il raggiungimento della soglia critica dell’Indice NAM, un Indice che ci indica lo stato di salute del VPS (Vortice Polare Stratosfera). In questo caso si può dedurre un calo di GPT (Geopotenziali) e di temperature in alta Stratosfera con possibile trasferimento di approfondimento anche nella Troposfera.

Indice NAM for Patrick Martineau
Indice NAM for Patrick Martineau

L’approfondimento che vedrebbe coinvolgere anche la Troposfera lo si può dedurre anche dall’aggiornamento che ci viene fornito da AO e NAO.

Indice AO
Indice AO
Indice NAO
Indice NAO

Valori di questi 2 Indici che vengono visti portarsi prossimamente verso la fase positiva.

ciò che significa?

Ciò significa che successivamente a questa fase che stiamo vivendo e che abbiamo descritto ad inizio articolo l’evoluzione circolatoria vede molto probabilmente un rinforzo del Vortice Polare con conseguente ripristino dell’Indice Zonale con un ritorno della spinta anticiclonica delle Azzorre. Va aggiunto che l’attendibilità risulta ancora molto bassa in quanto questa si tratta di una tendenza a lungo termine. i modelli fisico-matematici al momento anche loro propongono simili scenari descritti ma solo nei prossimi giorni riusciremo a capire se l’anticiclone riuscirà nel suo intento di “conquista” del Mediterraneo o se terrà i suoi massimi GPT verso occidente lasciando il bordo orientale italiano in balia di correnti più fresche da Est.

anomalia GPT prevista 30 novembre 2015
anomalia GPT prevista 30 novembre 2015
Precedente Riscaldamento globale: il 2015 potrebbe chiudere a +1°C rispetto al periodo preindustriale Successivo Le incudini temporalesche... Viste dall' alto!