Un nuovo metodo per le previsioni delle eruzioni vulcaniche!

I ricercatori del Dipartimento di Scienze della Terra presso la Royal Holloway University di Londra, hanno sviluppato un nuovo metodo che permetterebbe di stabilire con maggiore precisione le condizioni necessarie per un’ eruzione vulcanica.

Il team, composto da studenti di dottorato John Browning e Sandy Drymoni e dal Professor Agust Gudmundsson ha raccolto dati geologici sulle eruzioni del vulcano Santorini in Grecia per calcolare la capacita della camera magmatica del vulcano; nella seconda fase dello studio i ricercatori hanno sviluppato un modello in grado di calcolare la pressione all’ interno della camera magmatica e di stimare la probabile eruzione del vulcano.

Il modello applicato al vulcano Santorini ha dato ottimi risultati; infatti è riuscito a determinare che nel 2012 non ci sarebbe stata l’ eruzione temuta da tanti scienziati e che poi non si è verificata.

Secondo i ricercatori, il nuovo modello potrà essere usato anche per prevedere la pressione interno e la possibile rottura delle camere magmatiche in altri vulcani che potrebbe  portare ad eruzione, questo dovrebbe aiutare le valutazioni per i piani di rischio ed evacuazione.

Il ricercatore John Browning ha dichiarato: “Siamo stati in grado di fornire i vincoli sul volume di magma contenuto nella camera magmatica superficiale sotto la caldera del Santorini.  Crediamo che il nostro nuovo modello possa essere utilizzato per prevedere i tempi di rottura della camera magmatica del Santorini e per altri vulcani  ben monitorati in tutto il mondo.                                                                                                                                                   Anche se questo è un passo importante verso la previsioni affidabili di eruzioni vulcaniche, ci attendono ancora molte sfide, ad esempio, anche se la camera magmatica dovesse rompersi, al momento. non abbiamo modo di prevedere se il magma arriverà in superficie; infatti nella maggior parte dei casi si ferma prima di raggiungere la superficie.

aster_santorini

Precedente Alluvione a Chennai, in India, 270 morti e 1500 mm caduti! Successivo Previsioni stagionali inverno 2015-2016