Trovato un aumento molto rapido della CO2 nell’ alta atmosfera

La missione TIMED della NASA che si occupa di studiare la composizione e le temperature degli strati superiori dell’ atmosfera (ionosfera, termosfera e mesosfera) ha confermato un aumento del biossido di carbonio sorprendentemente veloce nell’ alta atmosfera della Terra, sollevando dubbi sulle interconnessioni dei diversi strati dell’atmosfera.

Ancora più curioso, sebbene i modelli climatici abbiano previsto un aumento omogeneo del biossido di carbonio in entrambi gli emisferi, nei suoi 14 anni di raccolta dei dati, TIMED ha osservato un aumento molto più rapido della CO2 nell’emisfero settentrionale.

Capire il modo di anidride carbonica si muove nell’atmosfera è fondamentale, sia per la realizzazione di modelli climatici accurati che per la pianificazione delle traiettorie di volo dei veicoli spaziali; infatti anche se l’anidride carbonica provoca un aumento delle temperature vicino alla superficie della Terra, provoca anche un raffreddamento nell’ alta atmosfera, riducendo la densità dell’aria dove orbitano i veicoli spaziali e satelliti.

In questo studio, pubblicato su Geophysical Research Letters il 5 settembre 2015, sono stati utilizzati 14 anni di dati provenienti da un radiometro posto sul satellite TIMED che è il primo satellite in grado di effettuare misurazioni a lungo termine della concentrazione di anidride carbonica nell’atmosfera superiore.

Secondo i dati della NASA le concentrazioni di CO2 nei bassi strati dell’ atmosfera stanno aumentando con un trend del 5%  per decade; invece in base alle misure di TIMED questo aumento è del 12% per decade nell’ alta atmosfera ed è più rapido nell’ emisfero nord dove sono più concentrate le attività umane e dove c’ è una maggiore emissione di CO2; invece gli scienziati, prima di questi risultati, pensavano che nell’ atmosfera superiore l’ aumento fosse omogeneo per i processi di diffusione molecolare e di miscelazione dei gas dell’ atmosfera.

Secondo il ricercatore Diego Janches che ha collaborato per il progetto TIMED bisogna ripensare i modelli climatici che simulano l’ atmosfera che non deve più essere pensata suddivisa in strati (bassa atmosfera e alta atmosfera) ma come un’ unico sistema dove tutto è interconnesso.

Questo studio conferma i dati del Scisat-1 progetto dell’ agenzia meteo canadese che per primo aveva trovato indizi di un aumento della CO2 nell’ alta atmosfera.

Gli scienziati della NASA sperano di poter prolungare le osservazioni a lungo termine sui trend di crescita dell’ anidride carbonica nell’ alta atmosfera anche se la fine del progetto TIMED è prevista per il 2017.

 

Trend di CO2 nei vari strati dell' atmosfera.
Trend di CO2 nei vari strati dell’ atmosfera.

 

 

 

 

Precedente ultima settimana, sopra media termico continuo Successivo Stimato l' impatto del GW sui Laghi