l’anomalo anticiclone Europeo

Rtavn001

In questi giorni abbiamo assistito a l’ennesimo Ciclone Mediterraneo che ha coinvolto con precipitazioni abbondanti e anche alluvionali la Sicilia e Calabria, fortunatamente questo ennesimo peggioramento nelle medesime zone è in via di allontanamento.

Negli ultimi giorni c’è un’altra notizia che fa parlare di se a livello Meteorologico, ed è questo potente anticiclone Europeo che sta tenendo sotto scacco gran parte dell’Europa Centrale ed Orientale compresa l’Italia tranne le zone citate sopra ancora alle prese con la perturbazione e la Sardegna.

sat hp europa

I valori di pressione stanno registrando valori notevoli nell’Est Europa e Nord Italia con valori sino a 1030-1035hpa.

Come viene mostrato dal Sat verso Occidente la situazione sta drasticamente cambiando per un Vortice di bassa pressione posizionato sulla Penisola Iberica, questo sarà l’artefice nei prossimi giorni di possibili disturbi specie su Nord-Ovest, Sardegna e lato tirrenico ma anche di far risalire correnti più miti dai quadranti meridionali.

Successivamente i GM ci mostrano che una volta esaurite queste correnti instabili occidentali i massimi pressori sono visti portarsi nuovamente verso l’Europa Occidentale e un nuovo affondo Atlantico visto a largo delle coste Portoghesi con conseguente rinforzo Anticiclonico sopra il Mediterraneo dettato anche dal supporto di correnti di matrice Africana, le termiche probabilmente vedranno portarsi su valori anche ampiamente sopra la media stagionale.

temp4

Questa rimane un’evoluzione dettata da quel rinforzo del Vortice Polare che stiamo osservando in questi giorni e che probabilmente almeno fino alla metà di novembre condizionerà il clima Europeo e in particolare Italiano.

Precedente Le anomalie termiche dell'ultima settimana Successivo Nebbia fitta a Londra, numerosi voli cancellati